mercoledì 26 luglio 2017

EUGENIO SIRAGUSA: " PAURA DELLA VERITA' "


EUGENIO SIRAGUSA: " UNITEVI "


UN LONTANO GIORNO, UNA FINESTRA DAL CIELO SI APRI' E "QUALCUNO" AVVISO' L' UMANITA':

" UNITEVI "
ABBIATE SENSO DI ONESTA' E RETTITUDINE SPIRITUALE. UN FUNESTO DESTINO GRAVITA SU TUTTO IL GENERE UMANO E SOLO L' UNIONE DI TUTTI I POPOLI DEL VOSTRO PIANETA POTRA' MITIGARLO SE STIMOLERETE GIUSTIZIA, PACE ED AMORE IN OGNI CUORE.
ADONIESIS tramite EUGENIO SIRAGUSA

mercoledì 19 luglio 2017

" FIGLIUOLETTI MIEI "



Messaggio del Maestro Gesu' Cristo tramite Eugenio Siragusa

" DAL CIELO ALLA TERRA "

FIGLIUOLETTI MIEI,
MIEI CARI, PICCOLI FANCIULLI. IO VI AMO. LA MIA LUCE E' NELLA VOSTRA LUCE; IO SONO VICINO A VOI E OGNI BATTITO DEI VOSTRI CUORI E' VIVIFICATO DAL MIO AMORE.
RALLEGRATEVI, RALLEGRATEVI, PERCHE' E' VERO CHE BEN PRESTO IO SARO' CON VOI. ABBIATE LA MIA PACE.
AMATEVI COSI' COME IO VI AMO.

DAL CIELO ALLA TERRA

Shawinigan, 25 giugno 1977

" LA COMUNIONE CRISTICA "




LA COMUNIONE CRISTICA, NON UN RITO ESTERIORE CHE RIMANE STERILE SE VIENE A MANCARE LA REALIZZAZIONE DELLE VIRTU’ DELL’ AMORE, DELLA PACE E DELLA GIUSTIZIA E DEL RIFIUTO DELLE TENTAZIONI DELLA CARNE.
LA COMUNIONE CRISTICA, QUESTA LUCE SOPRANNATURALE CHE INFIAMMA IL NOSTRO CUORE  E’ CIO’ CHE  OGGI  PIU’CI DEVE PREMERE DI REALIZZARE NEL NOSTRO INTIMO INSIEME A  COLORO CHE SI STANNO SPOGLIANDO DEI VECCHI ABITI LOGORI E CONTAMINATI DEI CONDIZIONAMENTI DEL MONDO  E STANNO INDOSSANDO I NUOVI, QUELLI CANDIDI, SENZA MACCHIA. E’ QUESTA INESTINGUIBILE FIAMMA CHE DOBBIAMO ALIMENTARE PER FARE NEL MIGLIORE DEI MODI QUESTO CAMBIO DI ABITI. QUESTA E’ LA LUCE DELLO SPIRITO SANTO CHE LA NOSTRA GUIDA E IL NOSTRO FARO DI SALVEZZA, IL GENIO SOLARE GESU’ CRISTO, STA’ ESPANDENDO A PIENE MANI SU TUTTO IL PIANETA AFFINCHE’ GLI UOMINI DI BUONA VOLONTA’ SE NE CIBINO IN ABBONDANZA FINO A CHE EGLI RITORNI CON POTENZA E GLORIA TRA LORO E LI TROVI PRONTI A RICEVERLO DEGNAMENTE. SARA’ L’ APICE DELLA NUOVA ERA E DEI NUOVI CIELI E DELLA NUOVA TERRA.
RICORDIAMO SEMPRE: EGLI E’ IL NOSTRO UNICO MAESTRO E LA NOSTRA FORZA PER ANDARE AVANTI.
UOMO, PERCHE’ NON VUOI COMPRENDERE CHE GESU’ E’ VIVO E PALPITANTE IN TE? EGLI E’ IL PIU’ GRANDE TESORO CHE SI POSSA POSSEDERE, E’ CAPACE DI FARCI SALTARE AL DI LA DELLE MURA DELLA NOSTRA LIMITATA, ILLUSORIA E POVERA CITTADELLA PER AVERE ACCESSO ALLE ETERNE VERITA’.
MA SU QUESTO PIANETA NON TUTTI SONO DI BUONA VOLONTA’, ANZI, NELLE RETI DELLE FORZE ANTICRISTICHE RIMANGONO IMPIGLIATI SEMPRE PIU’ ADEPTI. TRA PATRIGIANI ATTIVI DI QUESTE FORZE E UN ENORME NUMERO DI INDIVIDUI CHE RIMANGONO TIEPIDI AI RICHIAMI DEL CIELO, TRE QUARTI E FORSE PIU’ DELL’ UMANITA’, HANNO CONSEGNATO LA LORO IDENTITA’, IL LORO PENSARE, LE LORO AZIONI, LA LORO ANIMA, A SATANA E LUCIFERO CHE SONO SEMPRE PIU’ AGGUERRITI, CON LE LORO LEGIONI, A TRAGHETTARE  LE LORO VITTIME VERSO UN LUGUBRE DESTINO. LE POTENZE DELLA MENZOGNA, LA VUOTA SCIENZA DEI FALSI PROFETI E LA CIECA OPERA DELLA LORO SUPERBIA SONO ALL’ OPERA AFFINCHE’ GRAN PARTE DELL’ UMANITA’ VADA IN PERDIZIONE. ANCHE PER I FIGLI DI DIO CI SARANNO ANCORA DURE PROVE, FATICHE E COMBATTIMENTI PER RIMANERE INTEGRI NELLA VERITA’ E NELLA FEDE. ATTENZIONE DUNQUE! MASSIMA VIGILANZA!
STA’ AVVENENDO COME AI TEMPI DI NOE’ E DI SODOMA E GOMORRA, MA OGGI LA SITUAZIONE E’ MOLTO PIU’ GRAVE PERCHE’ TUTTE LE POTENZE DEMONIACHE SONO ATTIVE COME NON MAI NELLA STORIA DELL’ UMANITA’. GLI APPELLI DEGLI ILLUMINATI MESSAGGERI DEL CIELO E DELLE CELESTI MILIZIE, SONO CADUTI NEL VUOTO, COMPRESA L’ ULTIMA OFFERTA REDENTRICE DI QUESTI ULTIMI TEMPI DONATA DALL’ UNTO DI DIO, GIOVANNI L’ EVANGELISTA, IL CONSOLATORE PROMESSO E INVIATO DA GESU’ CHE HA ANNUNCIATO IL SUO IMMINENTE RITORNO :
Giovanni 16:8-15
“Quando sarà venuto, convincerà il mondo quanto al peccato, alla giustizia e al giudizio. Quanto al peccato, perché non credono in me; quanto alla giustizia, perché vado al Padre e non mi vedrete più; quanto al giudizio, perché il principe di questo mondo è stato giudicato. Ho ancora molte cose da dirvi, ma non sono per ora alla vostra portata; quando però sarà venuto lui, il Consolatore, lo Spirito della verità, egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annuncerà le cose a venire. Egli mi glorificherà perché prenderà del mio e ve lo annuncerà.”
  LA CONVERSIONE RIFIUTATA, IL RAVVEDIMENTO SPAZZATO VIA E LE DEGENERAZIONI E LE EMPIETA’ SI ALLARGANO SEMPRE PIU’ A MACCHIA D’ OLIO. L’ ARCA DI NOE’ CAPACE DI CONDURRE ALLA SALVEZZA, OGGI, E’ QUESTA COMUNIONE, QUESTA FORZA CRISTICA CHE BISOGNA EDIFICARE NELLO SPIRITO INDIVIDUALMENTE E CON I FRATELLI E LE SORELLE DI SPIRITUALE CAMMINO IN ATTESA CHE SI ADEMPIA LA DIVINA OPERA DEL PADRE SULLA TERRA. IN QUESTI TEMPI SONO NECESSARIE MENO BELLE PAROLE E PIU’ SANTE OPERE CON CORAGGIO, FEDE, PAZIENZA E MANSUETUDINE. LE PERLE DONATECI DAL CIELO COSTUDIAMOLE GELOSAMENTE.  NEL GIORNO DEL GIUDIZIO CHE GiA’ INCOMBE SULL’ UOMO, CI SARA’ L’ ESULTANZA DEI GIUSTI, DI COLORO CHE HANNO SOPPORTATO PAZIENTEMENTE E CON AMORE, LE TRIBOLAZIONI E IL DISPREZZO A CAUSA DELLA FEDE IN CRISTO. AGLI EMPI E AGLI INGANNATORI GLI SARA’ TAPPATA LA BOCCA E GLI OBBEDIENTI ALLE LEGGI UNIVERSALI GODRANNO DELLA BEATITUDINE.
POVERO UOMO CHE SI BURLA DI DIO E NON CREDE NEL SUO SANTO GIUDIZIO E NELLA SUA SANTA IRA. IN QUANTI SONO CHE ATTENDONO IL RITORNO DI SUO FIGLIO GESU’? UN NUMERO SEMPRE PIU’ ESIGUO DI ANIME. MA ALLO SCOCCARE DELL’ ORA IL CIELO E LA TERRA SCAGLIERANNO IL FUOCO PURIFICATORE ADDOSSO A COLORO CHE HANNO RESO LA VITA SATURA  DI INDICIBILI PECCATI E DI OFFESE IMMANI VERSO IL PADRE CREATORE. QUESTO ATTUALE MONDO SPROFONDERA’ NELL’ ABISSO E DI LUI NON RIMARRA’ NEMMENO MEMORIA. SORGERA’ FINALMENTE IL VERO MONDO DOVE GLI EREDI DARANNO PER SEMPRE GLORIA AL PADRE, A CRISTO E ALLO SPIRITO SANTO IN GIOIA E FELICITA’ E IN ETERNA COMUNIONE CON TUTTO IL CREATO.

                                                                                                                Vito Vitulli
 

mercoledì 12 luglio 2017

EUGENIO SIRAGUSA: " RESTA CON NOI SIGNORE."

 ·
Messaggio di Eugenio Siragusa
" RESTA CON NOI SIGNORE,
PERCHE' STIAMO AFFOGANDO NEL FANGO DELLE PIU'
ABOMINEVOLI NEFANDEZZE.
RESTA CON NOI SIGNORE
PERCHE' LA VITA LENTAMENTE SI SPEGNE...
MA LUI NON RIMANE...
LO HA GIA' FATTO TEMPO FA...
LUI HA BUSSATO,
MA L' UMANITA' NON HA APERTO.

Eugenio Siragusa

martedì 11 luglio 2017

40 ANNI

Sorelle, fratelli, pubblico quanto segue non per ego, non per vanto, nè per esaltazione ma spinto dall' amore Cristico che nutro per voi per condividere con voi le infinite bellezze delle cose celesti:
40 ANNI
Padre mio, sono passati 40 anni da quando mi hai chiamato ad essere un tuo umile e semplice operaio a lavorare nella tua sacra vigna.
Si, Padre, da quel giorno del luglio 1977 che ti sei degnato di inviare i tuoi angeli e con i loro mezzi di luce, una squadriglia a formazione di triangolo ( simbolo della SS Trinità ), e passando sulla mia testa mi hanno offerto la perla di divino amore di essere tuo incondizionato servo dei servi.
E con altri fratelli siamo andati ad abbeverarci alla inesauribile fonte di saggezza e sapienza cosmica, la tua aquila dorata, Eugenio Siragusa nella terra benedetta dal Sole, la Sicilia.
Quando i miei occhi e quelli dei miei fratelli con i quali condividemmo il viaggio, compenetrammo i suoi occhi, capimmo che era lui il nostro faro di luce che avrebbe illuminato il nostro cammino, era lui il sublime interprete e annunciatore della parola del Padre che è nei cieli, in terra e in ogni luogo.
Gli porgemmo i nostri doni in segno di amore filiale, Giuseppe mio fratello una musica dalle sublimi note dedicate al passo glorioso di Cristo ed io un dipinto sorridente del nostro Maestro. Il suo spirito si commosse fino alle lacrime, come un bambino, ed anche il Gesù del mio dipinto si commosse velandosi di lacrime.
Si, in quel momento ci sembrò di essere rapiti in cielo, in paradiso, tra gli angeli e al cospetto di Giovanni, in forma visibile e Gesù in presenza spirituale . Un privilegio dato a pochi, essere in compagnia dei due strumenti direttivi della volontà del Padre. Gesù e Giovanni in questo che è il tempo di tutti i tempi, la cui opera annuncia e prepara il tempo del Divino giudizio, il fermento del rinnovamento, il castigo per gli empi e la redenzione per i pacifici, i giusti e i puri di cuore.
Da quell’ incontro decisi solennemente di unirmi agli altri figli della loro tribù e, senza limiti e condizioni, testimoniare e lottare in difesa della luce, della Verità e del bene, in obbedienza a questi due Geni padronimici del nostro pianeta.
Ricordo sempre la frase di Eugenio che ci trasmise in quella circostanza e che non ho più dimenticato: “ Date generosamente senza nulla chiedere in cambio così come fa il Sole che ogni giorno sorge e dona gratuitamente il suo infinito potere d’ amore sui buoni e sui cattivi, sui giusti e sugli ingiusti.”
Sono stati inevitabili nel mio cammino, errori, a volte dubbi, cadute per la pesantezza della croce, momenti di sconforto e di desolazione, ma senza mai replicare al cielo e senza mai lasciare le mani dall’ aratro e Gesù, Giovanni e i loro angeli sempre pronti ad aiutarmi a rialzarmi e con una luce maggiore che si era maturata nel superare le prove.
Si, Padre mio, sono trascorsi 40 anni da quella straordinaria e traumatica chiamata, un battito di ciglia in confronto all’ eternità , ma io, indegno di così tanta grazia, con emozione e commozione, ti chiederò sempre e solamente di permettermi di perpetuare il il mio piccolissimo servizio alla tua infinita, eterna e santificante opera creativa di amore e di giustizia che incessantemente attui nell’ intero cosmo visibile ed invisibile.
Vito Vitulli

EUGENIO SIRAGUSA: " IL TIMORE DI DIO"

Dai discorsi di Eugenio Siragusa:
" AVERE IL TIMORE DI DIO SIGNIFICA CONSERVARE INTEGRO LO SPIRITO, PERCHE' A DIO INTERESSA PRINCIPALMENTE L' INCORRUTTIBILITA' SPIRITUALE E QUINDI ANCHE, PER CONSEGUENZA, L' INCORRUTTIBILITA' MATERIALE.
IL TIMORE DI DIO E' AVERE CURA DI OSSERVARE LE SUE LEGGI. DIFATTI E' SCRITTO: " NON RUBARE, NON UCCIDERE, NON COMMETTERE ADULTERIO" ECC. ECC.
QUESTE LEGGI LE CONOSCIAMO TUTTI E INVECE FACCIAMO TUTTO AL ROVESCIO. E' GIUSTIZIA QUESTA?