venerdì 1 ottobre 2021

EUGENIO SIRAGUSA: " RINNOVERO' OGNI COSA"


 
Messaggio di Eugenio Siragusa ricevuto dal Maestro GESU'.

Rinnoverò ogni cosa che la vostra avversa coscienza ha reso sterile di vita e di bellezza.
Sì, rinnoverò tutto ciò che avete disarmonizzato, affinché i giusti, i mansueti ed i puri di cuore non trovino deserto il Regno che edificherò per la loro letizia, in premio della fede che in me hanno avuto.
Sì, rinnoverò ogni cosa, affinché i miei fratelli nello spirito abbiano a gioire nel cuore e nell'anima.
Sì, farò e darò ad ogni spirito la giusta retribuzione secondo le opere che per amor mio hanno compiute.
Le legioni degli Spiriti Celesti sono già all'Opera e la separazione del giusto dall'empio, del mansueto dal ribelle e del vivente dal morto, ha avuto inizio, affinché tutto venga purificato secondo la Santa Volontà dell'Altissimo Iddio.
Beati i poveri in spirito, perché di loro è il Regno dei Cieli. Beati i mansueti, perché erediteranno la Terra. Beati quelli che piangono, perché saranno consolati. Beati quelli che hanno fame e sete di Giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi, perché otterranno misericordia. Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio. Beati i pacifici, perché saranno chiamati Figli di Dio. Beati i perseguitati dalla Giustizia, perché possederanno il Regno dei Cieli.
Sì, beati sarete voi quando vi insulteranno, vi calunnieranno e vi perseguiteranno per causa mia.
Rallegratevi ed esultate perché grande sarà la vostra ricompensa nel Cielo. Questo ho voluto ricordarvi, affinché abbiate la mia pace nei vostri cuori in questo tempo di rinnovamento e purificazione.
Dal Verbo Cristico
Da un servo dei servi di Dio
S. Maria La Stella, 1 Agosto 1970 ore 17,00
Eugenio Siragusa 

mercoledì 29 settembre 2021

EUGENIO SIRAGUSA: IL MALE TEME!


 
Il Male
Il Male sente che il tempo della sua fine è venuto.
Il male e i servitori della sua sinistra arte hanno chiaramente percepito la Potenza penetrante dei
figli della Luce.
Il Male teme!
Gli empi cominciano a vacillare, perché la paura del Bene, sceso dall'Alto dei Cieli, irrigidisce le
loro ginocchia, annebbia le loro menti, disorienta le loro perverse anime.
Il Male teme!
La Luce della Celeste Giustizia è in Opera!
Il Male teme!
Il male e gli esseri che questa perversa forza nutre ci temono. Lo sappiamo e sappiamo anche che il
Bene trionferà perché così vuole Iddio.
Il male ci teme.
I figli di Dio fanno impallidire gli empi della Terra. La loro reazione si veste di astuzia e la loro
rabbia si nutre di nascosta violenza.
Il male teme!
Il male sente che il tempo della sua fine è venuto. Il male e i servitori della sua sinistra arte hanno
chiaramente percepito la potenza penetrante dei figli della Luce.
Il male teme!
Gli empi cominciano a vacillare, perché la paura del bene, sceso dall'Alto dei Cieli, irrigidisce le
loro ginocchia, annebbia le loro menti, disorienta le loro perverse anime.
Il male teme!
La Luce della Celeste Giustizia è in opera!
Il male teme!
Il male e gli esseri che questa perversa forza nutre ci temono.
Lo sappiamo e sappiamo anche che il bene trionferà perché così vuole Iddio.

Eugenio Siragusa
Valverde, 12 Luglio 1974 ore 19,30

EUGENIO SIRAGUSA: RIMANETE SALDI NELLA FEDE

 



Rimanete saldi nella Fede e non turbatevi.
Gli empi dicono e fanno quanto viene loro comandato dalla forza anticristica. Il male è la loro linfa e tutto ciò che esso alimenta negli spiriti perversi.
Vi abbiamo detto che la grande Battaglia del Bene contro il male è in pieno sviluppo: non vi stupite se dicono e fanno ciò che i figli del maligno debbono dire e fare, nel vano tentativo di annientare il fecondo Bene e la gloriosa Luce dell'Amore e della Divina Giustizia.
Sanno già che debbono perire nella morte seconda e si agitano, si scuotono come belve ferite. La Luce del Santo Spirito ha accecato i loro occhi, e le loro menti sono state prese dal laccio della follia e della disperazione.
Abbiate pazienza e non si turbino i vostri cuori e le vostre anime, perché è vero che presto i Figli della Luce renderanno Gloria al Padre di tutte le cose con la loro Vittoria, affinché venga adempiuta la sua Santa Volontà. Allora vi rallegrerete, perché è ancora vero che il Maestro dell'Amore sarà in Comunione con voi e tutti siederete alla sua Mensa con gli Angeli dell'Ineffabile Signore: Iddio.
Pace e pazienza.
Il Consolatore
Nicolosi, 20 Giugno 1978
Eugenio Siragusa.

IL VELENO DI LUCIFERO


In tanti mi continuano a chiedere un parere sui "vaccini" anti covid. A mia volta ho chiesto ulteriori delucidazioni al Cielo che mi ha ispirato confermandomi quanto segue e che gia' ho più volte ribadito sin dall' inizio:

E' LA PERVERSIONE E LA MORTE DEL CUORE
E' L' ALLONTANAMENTO DA DIO E L' AVVICINAMENTO A LUCIFERO
E' L' OBBROBIO, IL MALE AGLI OCCHI DEL SIGNORE
E' LO STERMINIO DI MASSA, LA DISTRUZIONE DELLA FERTILITA' E DELLA GENETICA RICEVUTA DA DIO
E' LA LACERAZIONE DELL' ANIMA
LA DISOBBEDIENZA AI COMANDI E AI DECRETI DI DIO
E'  ATTIRARSI ADDOSSO TERRIBILI CASTIGHI
E' LA SOPRAFFAZIONE DELLE TENEBRE SULLA LUCE
L'INFERNALE GHIGNO DI MORTE CHE SI CELA DIETRO PROMESSE DI SALVEZZA
E' IL FUNESTO, TRAGICO EPILOGO DI QUESTA CIVILTA' CHE, COME UN SOMARO PAZZO, CORRE VERSO LA PROPRIA AUTODISTRUZIONE.


E' tempo di scelta: o con Cristo o contro Cristo.
Vito Vitulli
 

giovedì 23 settembre 2021

IL CIELO CI HA AVVISATI


 

Nell' anno 2015 “qualcuno” non di questo mondo ha voluto che eseguissi questo dipinto ed un altro che è già in cantiere, ambedue collegati. Due “commissioni celesti” sono state definite. Di mio non vi è nulla, solo la disponibilità per l’ esecuzione pittorica di “ Immagini della memori di Dio “ come un tempo le definì il mio padre spirituale Eugenio Siragusa.
Anche il titolo mi è stato indicato, per questo dipinto: “ Il timore di Dio “, timore che non significa paura ma rispetto per le sue leggi, ubbidienza agli universali insegnamenti e stimolazione alla conversione.
Tutto ciò che si nota in questo dipinto è ormai già in via di sviluppo perché il ravvedimento dell’ umanità è venuto meno. Sono i tempi che il Padre Celeste si è riservato e che annunciano il prossimo ritorno sulla Terra di suo figlio Gesù Cristo, principe della giustizia, accompagnato dalla sua celeste milizia con la potenza dello Spirito Santo, già all’ opera per separare il grano dalla gramigna, per alitare la loro santa luce sui ferventi ed i beati e per altri programmi ancora. L' aquila d' oro, Giovanni l' apostolo ha avvisato.
Crolleranno per sempre tutte le false ideologie, saranno spazzati via i falsi cristi e i falsi profeti e i servi di mammona non avranno scampo. I feticci e gli idoli di morte e i vitelli d’ oro che sono stati innalzati cadranno addosso ai loro edificatori e sepolti per sempre. Tutto sarà passato al vaglio dal giudizio infallibile del Padre Onnipotente.
La terra, l’ acqua, l’ aria ed il fuoco, gli elementi che l’ uomo doveva amare e far evolvere e che distrugge, inquina e violenta ogni giorno di più, si scaglieranno ogni giorno che passa, con sempre maggior forza su di lui e su tutte le sue nefaste opere. E’ verità, questi spiriti elementali sono amici di chi li ama e nemici degli empi e impediranno all’ uomo di slegare quanto Dio ha unito con tanto amore.
Accadranno dissesti di enorme portata su tutta la superficie del pianeta, ai continenti e agli oceani, affinchè i vecchi cieli e la vecchia terra saturi dei più terribili veleni e inquinamenti, lasci spazio ai nuovi cieli e la nuova terra. Gli oceani divenuti sangue versato nei millenni, dei giusti, dei pacifici e degli inviati di Dio, inghiottiranno i morti nello spirito e rinchiusi nella primitiva materia, resi bestie tra le bestie e privati della luce dello spirito da coloro che hanno il potere divino per farlo. Tutto sarà purificato e mondato.
E’ scritto nel Vangelo: «In quei giorni, dopo quella tribolazione, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo e le potenze che sono nei cieli saranno sconvolte.
Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nubi con grande potenza e gloria. Egli manderà gli angeli e radunerà i suoi eletti dai quattro venti, dall’estremità della terra fino all’estremità del cielo. “
Così sarà, Egli, il genio della giustizia e dell’ amore Gesù Cristo squarcerà tutti i cieli del nostro pianeta ed instaurerà il regno di Dio sulla Terra. Coloro che fanno parte del suo gregge e che a lui sono stati sempre fedeli, diverranno angeli portatori di luce ed operatori di giustizia, di pace e di amore. Sarà la loro redenzione e quella del pianeta che si unirà a tutti i popoli redenti dell’ intero cosmo per essere per sempre adoratori e servitori dell’ Altissimo Reggitore della Luce Onnicreante.
Vito Vitulli
-----------------------------
“ IL TIMORE DI DIO “
ED IL RISPETTO DELLE SUE ETERNE ED IMMUTABILI LEGGI
Gesù Cristo è la via che conduce a Lui attraverso la potenza dello Spirito Santo
Io pittore Vito Vitulli, per volontà ed in umile obbedienza alla Santissima Trinità: Padre, Figlio, Spirito Santo e dei Suoi angeli messaggeri che mi hanno ispirato, guidato, spronato e sorretto, ho realizzato questo dipinto dal titolo : “ IL TIMORE DI DIO “. Di mio non vi è nulla; vi è stata solo la umile, incondizionata disponibilità a realizzarlo affinché sia divulgato a tutte le anime sensibili di tutto il pianeta Terra, appartenenti a qualsiasi popolo, razza , idea, credo, religione, pensiero, in maniera totalmente gratuita perché la verità non si vende e non si compra e senza dare perle ai porci.
Coloro che reputano questo documento giusto, importante ed ispirato dal cielo, come libera scelta e se lo sentono interiormente, possono fare la traduzione in tutte le lingue, divulgarlo in tutto il mondo, con tutti i mezzi e come meglio credono opportuno, a quegli spiriti che fanno parte di quella qualità anelante il battesimo del fuoco divino.
In questo documento non si possono aggiungere, togliere o modificarne i contenuti. La giustizia di Dio vigila.
Il timore di Dio spinge chi lo possiede, ad amare il nostro Creatore al di sopra di qualsiasi cosa e ad amare il prossimo suo come se stesso, tutte le creature e tutto l’ intero creato. Il timore di Dio non e’ paura ma timore di disobbedire alle Sue Sante leggi universali anche con il solo pensiero e di renderlo infelice, addolorato perché Dio vive attraverso di noi e noi attraverso di Lui, soffre quando noi soffriamo, gioisce quando noi gioiamo. Il timore di Dio è incontenibile desiderio di interpretare e compiere la Sua santa volontà perché è Colui che impera sovrano in cielo e in Terra, l’INTELLIGENZA COSMICA SUPREMA ONNICREANTE, coscienti di far parte della Sua progenie che un giorno a Lui ritorneremo rivestiti di consapevolezza, incorruttibilità e luce. Il timore di Dio, la giustizia, la pace e l’ amore sono virtù sacre, rispettate e praticate da tutte le civiltà redente di altri pianeti nel cosmo e da tutti gli esseri di luce delle dimensioni più vicine a Dio. Il timore di Dio attira le Sue benedizioni che permetterebbe all’ uomo di conoscere le leggi che governano il divenire eterno di tutte le Sue cose e la Sua reale identità perché è stato creato a Sua immagine e somiglianza.
Il timore di Dio e’ uno dei doni dello Spirito Santo.
Questo sentimento oggi e’ assente in gran parte dell’ umanità che e’ immersa nella totale perdizione facendo prevalere il potere satanico anziché quello Cristico, preferendo mammona e tutto ciò che essa offre negli smoderati piaceri della carne e delle nefandezze fisiche, morali e spirituali. I figli del principe di questo mondo sono dediti a servirlo con tutti i malefizi della sua perversa natura e con tutti gli istinti degenerati, disobbedendo con estrema asprezza alle leggi che fanno parte del patto tra il Monarca Divino e gli uomini suoi sudditi. E’ in corso la grande battaglia di Armaghedon: il bene contro il male, la luce contro le tenebre, le forze Cristiche contro le forze anticristiche. Satana e Lucifero hanno nelle loro mani gran parte dell’ umanità che si compiace di essere nel fetore dell’ inferno. Loro sono due indispensabili strumenti di Dio che Lo servono e Lo temono e per Sua volontà tentano l’ uomo nel discernimento per sapere cosa produce il male ed il bene, il positivo ed il negativo, l’ amore e l’ odio affinché l’ uomo abbia la possibilità di fortificarsi nello spirito e non farsi trascinare dalle debolezze della carne e facendo la volontà di Dio si avvia alla salvezza. Ma molti uomini scelgono volontariamente di personificare il male scagliandosi contro Dio e il loro prossimo. Destatevi da questa condizione ed aprite il vostro cuore alla fede ed alla salvezza che Gesù Cristo propone anche a voi: “ IO SONO LA VIA, LA VERITA’, LA VITA “ ha detto e costoro sanno che la sua luce sta penetrando sempre più nelle loro oscure e tenebrose dimore per sconvolgere e far fallire tutti i loro progetti di disamore, di inganni e di morte. L’ epilogo è imminente. Chi sarà con Cristo non avrà nulla da temere. E’ tempo dell’ ira santa del Padre Glorioso e della Sua giustizia.
Il bene sconfiggerà il male e la luce sconfiggerà le tenebre. Solo il salvabile sarà salvato.
La promessa del genio della giustizia, dell’ amore e della pace, Gesù Cristo, il figliuol dell’ uomo che disse “ NON VI LASCERO’ ORFANI, RITORNERO’ IN MEZZO A VOI “ si adempirà presto con potenza e gloria grande, affinché sia fatta la volontà dell’ ineffabile e giusto Signore del cielo e della Terra, portando il Suo salario per rendere a ciascuno secondo le sue opere.. Questo evento oggi è già annunciato in tutti i cieli del mondo dagli “ angeli ieri, extraterrestri oggi “, gli infallibili interpreti ed esecutori della volontà del Padre Celeste, di Lui timorati, custodi, guida e conforto di tutti gli spiriti viventi, le celesti milizie illuminate e sorrette dalla potenza dello Spirito Santo, i messaggeri della giustizia, ed è stato annunciato anche dal loro ambasciatore portavoce Eugenio Siragusa, l’ aquila dorata annunciante i guai dell’ Apocalisse che dona ai suoi figli ali di libertà per volare verso la luce del sole, verso la verità che rende liberi ma liberi davvero; egli, personificatore dello Spirito Giovanneo, lo Spirito Santo di Verità, Consolatore promesso da Gesù, messaggero del Padre, ha già parlato all’ umanità sul peccato per non aver creduto e sulla fine del mondo. Egli e gli angeli dei cieli hanno risvegliato il nuovo popolo di Dio e reso fervente in esso la luce della verità.
Anche la madre celeste Miriam con le sue lacrime con la sua sofferenza, con la sua celeste e materna pietà ha sollecitato l’ umanità al ravvedimento. Ma molti dimostrano il cuore duro ai suoi amorevoli richiami.
La Terra, cellula vivente del macrocosmo, sta ascendendo dalla terza alla quarta dimensione ed è già stata investita dalla potente energia purificatrice scaturita dalla Volontà dell’ Essere Supremo . Tutto ciò che è negativo e disarmonico sta già subendo modificazioni sostanziali affinché ogni cosa che è destinato a sopravvivere, risorga nello splendore e nel bene universale. E’ legge di crescita ma anche di CAUSA-EFFETTO, di autodifesa contro le continue violenze di ogni tipo subite dai suoi enzimi , gli esseri umani, ormai diventati cancerogeni ed incapaci di aiutarla nel processo evolutivo. L’ aumento di frequenze che crea questa potente energia sta coinvolgendo non solo il pianeta ma tutti gli esseri viventi che lo abitano e l’ uomo che è compreso in questo cambiamento, deve prendere coscienza di questa realtà e sintonizzarsi positivamente su queste frequenze che mutano verso l’ alto, verso un migliore destino. Gli angeli dei cieli vi saranno sempre di guida e di aiuto. Diversamente coloro che persevereranno nei valori negativi delle basse frequenze, andranno in distonia sempre maggiore e subiranno le conseguenze tragiche della selezione. Questa è la separazione del grano dalla gramigna, della qualità dalla quantità, dei figli della luce dai figli delle tenebre affinché emerga “ l’ uomo nuovo “.
I giorni che il Padre si era riservato sono questi, sono il Suo giudizio che e’ inesorabile mutamento di tutto il sistema, la “ RENOVATIO “. La Divina volontà sta scuotendo le titaniche forze della natura, il fuoco, l’ aria, l’ acqua e la terra coordinandole e ponendole al servizio di questa energia purificatrice e redentrice. E’ stato detto che in quei giorni il Sole si oscurerà, la Luna non darà più la sua luce, le potenze dei cieli saranno sconvolte.
L’ offerta di salvezza è stata data a tutti e Dio è pronto a perdonare ogni figlio che si pente e si ravvede completamente dei suoi errori e si incammina nell’ amore verso il suo prossimo, nel bene, nella carità fraterna, nella pace e nella rettitudine fisica, psichica e spirituale. Ma Dio non e’ solo amore, perdono e misericordia, è anche giustizia ed ha già messo in campo da tempo l’ ultima offerta e già chiede conto dei talenti che ci ha affidato.
Dopo il calvario e la purificazione, sulla Terra si adagerà il Divino regno di giustizia, di pace, di amore e di redenzione.
I timorati di Dio, i beati, gli eletti, i giusti, i retti, i pacifici, i mansueti, i misericordiosi, i caritatevoli, gli afflitti, i perseguitati e sofferenti per una causa giusta, i semplici, i puri di cuore, gli unti di Santo Spirito, gli ubbidienti alle eterne leggi del supremo bene universale, gli illuminati di luce Cristica, saranno incoronati di vita eterna, rivestiti di bianca luce, il fuoco divino li cingerà di beatitudine e saranno un solo cuore e una sola anima con il Loro pastore Gesù Cristo e renderanno felici il Loro Creatore ed il creato servendoli come vogliono essere serviti. Nel Sacro Libro è scritto il nuovo patto, la nuova legge tra il Monarca Divino, Supremo Legislatore, ed i Suoi sudditi creati per essere strumenti dell’ amore e della felicità del Loro Signore e di tutte le generazioni future. Sull’ albero cosmico della vita, i cui rami toccano il cielo, i buoni germogli del vecchio albero saranno innestati nel nuovo. Tornano a crescere i frutti di luce perpetua che danno l’ immortalità e conducono gli eletti verso la luce e la luce verso gli eletti. Per mezzo di questa luce che scorre come un torrente verso il mondo, Dio, lo Spirito Creativo, è presente ovunque. E’ l’ era dell’ acquario, l’ era della conoscenza e del trionfo delle verità universali sulla Terra. La Santissima Trinità Divina, Padre-Madre, Figlio, Spirito Santo, vigilerà con la Sua onnipresenza, onnipotenza ed onniscienza. “ IO SONO L’ ALFA E L’ OMEGA, IL PRIMO E L’ ULTIMO, IL PRINCIPIO E LA FINE : L’ ETERNITA’. La trinità dell’ uomo sarà ad immagine e somiglianza della trinità di Dio.
Tutti coloro privi del timore di Dio, ciechi e sordi nello spirito, privi della virtù del discernimento, che hanno osato sfidare con i peggiori istinti dei sensi, della carne, del cuore, della mente, dell’ anima e dello spirito il Loro Creatore, gli scandalizzatori dei pargoletti del Signore, gli adulteri, i perversi, maniaci e degenerati sessuali, i sodomiti, gli impuri, i fornicatori, i depravati, gli immorali, gli stupratori, gli assassini della vita, gli anticristi, i malvagi, i disobbedienti alle leggi del Padre, i blasfemi, i guerrafondai, gli scienziati inventori e costruttori di ordigni di morte e inventori e costruttori di tutto ciò e’ contro la vita benefica così come Dio l’ ha creata, i tiranni potenti della Terra, i corrotti, corruttori, corruttibili, i persecutori, torturatori ed uccisori dei profeti ed inviati di Dio, i luciferiani, i diabolici, i satanisti, i dissoluti, gli inquinatori, violentatori e deturpatori del pianeta, i terroristi, i commercianti e consumatori di droghe, gli empi, i violenti, i caino, i distruttori, gli sterminatori di popoli, i vendicativi, gli aguzzini, gli assetati e spargitori di sangue, gli schiavisti, gli uomini bestia, gli affamatori, i tiepidi, i pusillanimi, i vili, i vigliacchi, i codardi, gli stolti, i truffatori, le lingue biforcute, i duri di cuore, i disonesti, gli arroganti, gli imbelli, gli egoisti, gli infami, gli avari, gli ingordi, i giuda, gli avidi, i bugiardi, i vanagloriosi, i vanitosi, i divoratori di vittime innocenti, i mafiosi, i delinquenti, gli ingiusti, i malavitosi, i superbi, i tentatori, i figli delle tenebre, gli aizzatori di discordia, i lupi famelici travestiti da agnelli, i falsi cristi e falsi profeti, i morti nello spirito, i deboli, gli ingiusti, i materialisti, gli avidi del superfluo, gli occultatori ingannatori deformatori e commercianti della Divina Sapienza, le guide e i pastori dello spirito ciechi, i nuovi scribi e farisei del nuovo sinedrio, gli accumulatori disonesti di ricchezze, i servitori dell’ antico serpente, i figli del dragone, gli operatori di magia nera, i fattucchieri, i dispensatori di malefizi e tutti coloro che hanno rifiutato l’ elezione all’ angelicità, ancora possono fare il miracolo e cambiare il loro destino da condanna in perdono. Non si può far finta di non sentire la voce di Dio che parla al cuore perché questa voce è un linguaggio universale che tutti possono comprendere. Ma devono fare prestissimo perché ogni ora che passa è per loro un’ ora di speranza che muore, un’ ora in meno che Dio ancora concede in loro favore. Se ancora perseveranti nella loro ostinata ed incontrollabile negatività, si scontreranno inevitabilmente con la sua Santa Giustizia e dopo il giudizio sprofonderanno nell’ oceano rosso di quel sangue da loro stessi versato nei secoli, sangue dei giusti, dei santi, dei profeti e dei figli di Dio che scorre nelle pianure, nelle valli e tra le montagne di questa Terra e con loro tutti i feticci, i vitelli d’ oro, i templi e idoli pagani e tutte le diavolerie da loro innalzate contro il volere di Dio, si inabisseranno nel tenebroso vortice della morte seconda, rinchiusi e legati in un denso mondo, in un grumo di primitiva materia, privati dell’ EGO-SUM e imbrigliati nella dolorosa, tragica e penosa retrocessione in vari spiriti collettivi animale. Gli ELOHIM, gli archetipi che hanno creato l’ uomo a Loro immagine e somiglianza, innestando in loro lo spirito-intelligenza, così come lo hanno innalzato, lo abbasseranno riconducendolo nelle caliginose ed oscure concave dimore delle sue origini animali dove la disperazione sarà la sola ed unica compagna, da cui cominceranno a percorrere i vari stadi evolutivi della specie in cui saranno destinati per ritornare molto lentamente e faticosamente e dopo lungo, lunghissimo tempo di purificazione ed espiazione, ad essere coscienti delle loro vere origini e poter tornare a sperare in un destino migliore. Il Padre celeste non condanna mai nessun figlio Suo alla dannazione eterna e con la Sua misericordia darà loro un’ altra possibilità di riscatto. Ma la Sua giustizia, la Sua verga è molto dolorosa verso i perseveranti nella disubbidienza.
Di tutto ciò che di male ha edificato questa generazione , questa civiltà diabolica, nefasta e perversa non rimarrà più nemmeno memoria ai posteri. La VERITA’ trionferà spezzando per sempre le catene del male. Sarà instaurata la vera, unica chiesa: l’ umanità redenta e dedita nelle future generazioni alla realizzazione dei valori divini ed umani utili all’ economia creativa cosmica ed alle sue esigenze. La luce della Terra si unirà alla radiosa luce del cosmo per sempre.
Chi leggerà questo foglio ed osserverà questo dipinto mediti, deduca e determini molto presto la sua scelta. Può essere l’ ultima possibilità di salvezza, l’ ultima chiamata. Non c’ e’ più tempo da attendere: o con Cristo o contro Cristo, o con il bene o con il male. Non si possono servire due padroni. Scegliete Cristo per il vostro bene. Abbiate il cuore sgombro dall’ odio e dalla malvagità e amate come Gesù Cristo ci ha insegnati ad amare. Infiammate di fede le vostre anime. Tendete la vostra mano per sollevare il fratello che ancora non riesce ad alzarsi. Fate fiorire i roseti della comunione fraterna in ogni angolo di questo pianeta.
Gesù è già presente sulla Terra in incognita, ospite invisibile ed ascoltatore silente di ogni nostro pensiero, ogni nostra conversazione ed azione. Egli ci visita in spirito , sta bussando ai nostri cuori e chiede conto del nostro operato. Il processo è già terminato e la sentenza è stata emessa. La condanna si prevede impietosa e pesante per i figli perseveranti nella disubbidienza. E’ l’ uomo che sta decidendo del suo destino. Nessuno potrà dire “ NON SAPEVO “. Solo il salvabile sarà salvato. Fate presto, più presto che potete.
Attenti! Attenti! Il suo giorno viene! Pace. Amen
Dipinto e testo sono di Vito Vitulli
-------------------------------------------------
Apocalisse di Giovanni 21,6 “… Ecco sono compiute! Io sono l’ Alfa e l’ Omega, il Principio e la Fine.
A colui che ha sete darò gratuitamente acqua della fonte della vita.
Chi sarà vittorioso erediterà questi beni; io sarò il suo Dio ed egli sarà mio figlio “.
--------- o -------
Messaggio di Eugenio Siragusa
“ IL TIMORE DI DIO “
“ IL TIMORE DI DIO REDIME E PROPONE AGLI UOMINI IL RAVVEDIMENTO, L’ UBBIDIENZA AGLI INSEGNAMENTI DI GESU’ – CRISTO PORTATORE DELLE LEGGI UNIVERSALI E DELL’ AMORE DEL SANTO SPIRITO CREANTE “.
LE PAROLE NON SERVONO, OCCORRONO LE OPERE ANIMATE DALLA BUONA VOLONTA’ E SORRETTE DALLA DIVINA GIUSTIZIA INSERITA NELL’ ESISTENZA UMANA.
LE PREGHIERE NON BASTANO!
OCCORRONO LE OPERE CHE DIANO A TUTTI GLI UOMINI IL DIRITTO AD UNA GIUSTA ESISTENZA DI PACE, DI AMORE E DI FRATELLANZA.
GLI AMMONIMENTI DI IERI, DI OGGI E DI DOMANI RAMMEMORANO AGLI UOMINI DI QUESTO PIANETA CHE LA SUPREMA LEGGE DELL’ ALTISSIMO SIGNORE VIGILA!
I SEGNI SONO PALESI A TUTTI, A TUTTI COLORO I QUALI VOGLIONO INTENDERE LA REALTA’, LA VERITA’ CHE DIO RIVELA AGLI UOMINI: “ IL RAVVEDIMENTO! “
I GRANDI GUAI PROFETIZZATI CI DICONO CIO’ CHE GRAVITA SULL’ INTERA UMANITA’ SE NON SI DOVESSE RAVVEDERE.
IL BENE E IL MALE SONO IN LOTTA.
LE FORZE ANTICRISTICHE SI SCAGLIANO CONTRO LE FORZE CRISTICHE.
CHI VINCERA’?
LA SOPRAVVIVENZA DELL’ UMANITA’ DIPENDERA’ SE SARA’, O MENO, CON CRISTO O CONTRO CRISTO.
E’ STATO DETTO: “ MOLTI I CHIAMATI, POCHI GLI ELETTI “.
EUGENIO SIRAGUSA
Carcere di Catania – Cubicolo 5
31 Dicembre 1978

EUGENIO SIRAGUSA: " AMATE LA MORTE PIU' DELLA VITA"


 

Messaggio ricevuto da Eugenio Siragusa :
Amate la morte più della Vita"
Non siamo spettatori passivi, né siamo insensibili verso chi è costretto a subire la violenza, la sofferenza, la morte. Anche se non credete, cerchiamo di Operare sensibilizzando coloro che si predispongono a credere che non siete soli nel buio dei giorni che state vivendo per colpa di coloro che si sono resi partigiani del male corrompendo le anime per ciechi istinti egoistici.
Il nostro silenzioso lavoro mira a risvegliare i Valori Insopprimibili della Vita e del suo Profondo Significato. Mira anche a Rivelare, ancora una volta, che esiste una Legge che travalica quella blasfema umana, satura di ingiustizia e incapace di far fermentare nei cuori degli uomini la speranza di una migliore e Saggia Evoluzione.
La corruzione sempre più crescente coinvolge inesorabilmente i diritti che ogni singolo individuo detiene per Divino Volere. La bestia, sempre più assetata di sangue, spinge gli esseri ad amare la morte più della Vita. Ma è vero che presto, molto presto, la bestia sarà ferita a morte.
Sperate, voi che credete.
Pace.
Dalla Cristall-Bell Woodok e i Fratelli
7 Febbraio 1980 ore 10,30

EUGENIO SIRAGUSA: CONVERSAZIONI


Estratto da una conversazione con Eugenio Siragusa.
.......
MA VEDI, QUESTO CONCETTO GENERICO È GENERICO MA È BEN SENTITO. SI VEDE ANCHE QUANDO TENTA GIOBBE, LO TENTA PERCHÈ DIO LO HA VOLUTO, NON PERCHÈ LUI DI SUA INIZIATIVA POTEVA TENTARLO.
QUINDI, C’È CHI PRESIDE QUESTA TENTAZIONE, MA IL FINE GIUSTIFICA I MEZZI, PERCHÈ IL FINE NON È IL MALE VERO E PROPRIO, MA IL FINE È SEMPRE IL BENE. PERCHÈ DIO TENTA PER FAR MIGLIORARE E RENDERE PIÙ COSCIENTE LA SUA CREATURA, NON CERTAMENTE PER PERDERLA.
MA PARLANDO DI DIO NON DOBBIAMO CREDERE A QUESTO DIO TRASCENDENTALE CHE È PIETOSO, CHE È CARITATEVOLE.
NON È PER NIENTE CARITATEVOLE, NÉ PIETOSO, È GIUSTO !
E UN GIUSTO NON PUÒ ESSERE NÉ CARITATEVOLE, NÉ PIETOSO, NÉ PUÒ ESSERE EMOTIVO, NÉ PUÒ GIUSTIFICARE UN ATTO NEGATIVO CON UN SUO ATTO DI PIETÀ O DI COMMISERAZIONE.
NO !
È GIUSTO !
PRESIEDE LA GIUSTIZIA !
CERTO, FIN QUANDO LO PUÒ CON L’AMORE USA QUESTO MEZZO, MA QUANDO NON PUÒ L’AMORE, ANTEPONE LA GIUSTIZIA.
PERCHÈ TU NON PUOI FAR PERSEVERARE, CON L’AMORE, UNA PERSONA A SBAGLIARE, CONSIDERANDOLO UN SOGGETTO CHE NON VA RIPRESO, CHE SBAGLIA MA CHE NON VA RIPRESO.
NO ! DEVE ESSERE RIPRESO, E LO RIPRENDE CON LA GIUSTIZIA.
VEDI, CI SONO DELLE ESIGENZE DI CARATTERE ECONOMICO-UNIVERSALE. È UNA ECONOMIA UNIVERSALE CHE IMPONE DELLE SITUAZIONI CHE A NOI SFUGGONO, PERCHÈ NOI VEDIAMO CHE TUTTO È LECITO SECONDO IL BENE.
NO !
ANCHE IL MALE È LECITO PER UN FINE SEMPRE POSITIVO; IL MALE È UN MEZZO, NON È UN FINE.
NEL MOMENTO IN CUI TU SPERIMENTI QUALCHE COSA CHE TI DÀ DOLORE, È VERO CHE SPERIMENTI DOLORE, MA HAI L’EFFETTO DELL’ALTRO VOLTO, DELL’ALTRA PARTE DELLA MEDAGLIA, E IL BENE LO PUOI CONCEPIRE SE C’È IL MALE.
ALTRIMENTI COME LO CONCEPISCI IL BENE?
LA LUCE LA PUOI CONCEPIRE SE CI SONO LE TENEBRE E COSÌ VIA. È DUALISTICA LA NOSTRA ESPERIENZA, È UNA VIA BINARIA.
NOI NON POTREMMO MIGLIORARE COSCIENTEMENTE SENZA SPERIMENTARE. LA SPERIMENTAZIONE È CONOSCENZA, E LA CONOSCENZA POI DIVENTA.....
QUINDI, QUANDO TU SEI PASSATO PER UN SENTIERO E SEI CADUTO DENTRO ALLA VORAGINE, LA SECONDA VOLTA NON PASSI SPROVVEDUTO, STAI ATTENTO PER NON CADERE NELLA VORAGINE IN CUI SEI CADUTO. E NON CI CADI CERTAMENTE SE CI PONI ATTENZIONE, SE HAI CONSERVATO IL FRUTTO DELLA SPERIMENTAZIONE.
E COSÌ PER TUTTE LE COSE !
ECCO PERCHÈ GESÙ HA DETTO: “BENEDITE CHI VI FA SOFFRIRE”.
PERCHÈ È SOFFRENDO CHE SI ACQUISISCONO CERTI VALORI. SENZA SOFFERENZA LE PROVE NON SI SPERIMENTANO E QUINDI NON SPERIMENTANDO NON SI SOFFRE E NON SOFFRENDO NON SI CONOSCE LA VERITÀ E NON CONOSCENDO LA VERITÀ NON SI È LIBERI.
“LA VERITÀ FA LIBERI”.